Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2017

Non è tutt’oro…quel che luccica.

La galleria Fatto ad Arte, che da sempre porta avanti una ricerca nel campo delle arti applicate, affiancata dall’associazione DcomeDesign, che promuove la creatività femminile nel campo del design, presentano la mostra Non è tutt’oro…quel che luccica.
Un titolo che ci trasporta subito nell’ambito dell’alto artigianato artistico e nel campo del bijoux, inteso come raffinato elemento decorativo realizzato è vero con i cosiddetti materiali poveri, ma impreziositi dalle sofisticate tecniche artigianali con cui vengono eseguiti.
Tredici artigiane/artiste/designer, hanno creato dei pezzi unici o in piccola serie, utilizzando i materiali più diversi: dalla ceramica al vetro, dalla porcellana al metallo, dalle resine alla carta al tessuto ricamato, ognuna interpretando il tema della mostra con il proprio linguaggio e con modalità espressive personali. È così nata una esposizione di piccole opere d’arte fatte a mano, che rispecchia la diversa creatività e la progettualità delle designer coinv…

Gian Lorenzo Bernini

Per celebrare i vent’anni dalla sua riapertura, la Galleria Borghese inaugurerà una grande mostra dedicata a Gian Lorenzo Bernini che si riallacci al discorso critico avviato con la mostra “Bernini scultore”, realizzata ormai vent’anni fa. 
La Villa, che contiene il nucleo più importante e spettacolare di marmi berniniani, è infatti la sede ideale per considerare l’insieme della produzione dell’artista e gli articolati problemi ad essa connessi.
Il tema conduttore della mostra è dunque la scena privilegiata della scultura alla Galleria Borghese, e il suo genio è Gian Lorenzo Bernini. 
Percorrendo l’intero arco della sua lunghissima carriera si intende dare completezza a quel progetto del 1998 che prendeva in esame specificatamente l’attività giovanile del grande artista, con una approfondita indagine sui modi e i tempi dell’affermazione della scultura monumentale di Bernini e l’ampiezza delle sue conseguenze, anche attraverso una precisa messa a fuoco dello stretto rapporto pittura-sc…

ENRICO BAJ: LE MACCHINE DEL TEMPO - TRIBÙ GUERMANTES TUBERIE

La Galleria ZetaEffe di Firenze è lieta di annunciare l’imminente apertura della mostra ENRICO BAJ: LE MACCHINE DEL TEMPO - TRIBÙ GUERMANTES TUBERIE. L’esposizione, curata da Angela Sanna in stretta collaborazione con Roberta Cerini Baj, sarà visitabile dal 18 novembre 2017 al 15 gennaio 2018.
Con questo evento la Galleria ZetaEffe rende omaggio a un protagonista indiscusso dell’arte italiana del secondo ‘900 portando per la prima volta a Firenze una ricca selezione di sculture e collages realizzati dall’artista durante l’ultimo decennio di attività. Attraverso un itinerario che vuole rispecchiare l’inesausta creatività di Baj, la mostra focalizza, in modo particolare, quattro cicli di lavori compiuti tra il 1993 e il 2003: le “Maschere”, i “Totem”, i “Guermantes”, le “Opere idrauliche”. Qui l’artista reinventa, tra humour, ironia e critica sociale, i mondi solo apparentemente inconciliabili delle civiltà tribali, della letteratura proustiana, della natura e delle passate glorie idrau…

Opus Alchymicum

Dal 27 ottobre al 2 dicembre 2017 Castel dell’Ovo di Napoli ospita l’esposizione Opus Alchymicum: una mostra personale dell’alchemica artista lettone Lolita Timofeeva, poetessa raffiguratrice dell’indagine dimensionale metafisica del mondo e della simbologia archetipica della realtà circostante.
La mostra Opus Alchymicum, con il patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica della Lettonia in Italia e del Consolato Onorario della Lettonia a Napoli, è organizzata da Kengarags in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli e alla Fondazione La Verde La Malfa, vede come co-promotore Touring Club Italiano di Territorio di Bologna e come curatore scientifico Giorgio Agnisola. La mostra vede come sponsor Fondazione La Verde La Malfa, ITALò, Occitane Voyages, Berengo Studio ed Enhars.
L’evento espositivo - che sarà il primo nell’ambito delle celebrazioni per i 100 anni di indipendenza della Repubblica di Lettonia (che si festeggerà il 18 novembre 2018) - porta p…

Francesco Lo Savio

A cura di Silvia Lucchesi, Alberto Salvadori, Riccardo Venturi Francesco Lo Savio Mart Rovereto 05 NOVEMBRE 2017 / 18 MARZO 2018
Una mostra che riscopre l’opera di un artista tra i più interessanti nel panorama italiano e internazionale del secondo Novecento.
Comunicato stampa - A oltre quindici anni dall’ultima importante esposizione dedicatagli da un’istituzione, Francesco Lo Savio (1935 – 1963) torna al centro della proposta espositiva museale con una mostra monografica che, a partire da un accurato lavoro di ricerca, getta nuova luce sull’opera dell’artista. Materiali d’archivio, schizzi, progetti autografi e fotografie, molti dei quali esposti per la prima volta, costituiscono le premesse da cui muove questo inedito progetto. 
Tra i più significativi nomi del panorama artistico italiano e internazionale, Lo Savio realizza tutti i suoi lavori in un lasso di tempo molto breve, che termina con la sua morte a soli ventotto anni: una carriera bruciante, ricca di intuizioni che verranno acc…

PREMIO GIORNALISTICO PAOLO RIZZI

Domenica intensa a Venezia il 22 ottobre, tra Venicemarathon e referendum, anche l'annuale appuntamento con il PREMIO GIORNALISTICO PAOLO RIZZI, organizzato dall' ASSOCIAZIONE CULTURALE PAOLO RIZZI, quest'anno alla sua ottava edizione, che sbarca ora a Venezia nella nuova sede dell'Associazione Presieduta da Rina Dal Canton, nello splendido contesto del Palazzo di Ca' Sagredo, dopo le precedenti edizioni tenutesi nell'altrettanto magnifico e diverso contesto lagunare di Venissa, ospiti di Bisol, nell'isola di Mazzorbo.
Premio tutto al femminile quest'anno. Tre donne saranno le protagoniste di questa edizione del Premio dedicato alla carta stampata, tre giornaliste professioniste con tre articoli pubblicati su quotidiani del Nord-Est. Manuela Pivato per La Nuova Venezia, Paola Treppo per Il Gazzettino, Simonetta Zanetti per Il Mattino di Padova. E tra questi nomi uscirà quindi il vincitore di questa edizione, con una votazione in diretta.
Due testi dedicat…

Io, Luca Vitone

Exibart mette in palio 10 biglietti per la visita guidata della mostra "Io, Luca Vitone" al PAC di Milano.
Sabato 21 ottobre 2017, dalle 17.00 alle 18.30 al PAC Padiglione d'Arte Contemporanea di Milano, Diego Sileo accompagnerà in una visita guidata alla mostra "Io, Luca Vitone", in dialogo con Ferdinando Bruni, Francesco Frongia e Giovanni Franzoni, i registi e il protagonista dello spettacolo "Atti osceni. I tre processi di oscar Wilde" in scena al Teatro Elfo Puccini dal 20 ottobre al 12 novembre. Vi basterà mandare entro le 12.30 di venerdì 20 ottobre, una mail a contest@exibart.com per vincere uno dei 10 biglietti in palio, validi per due persone, con cui ciascun partecipante potrà entrare al prezzo ridotto di 4€ anziché 8€.

L’Arte di essere famosi a Palermo

L’arte va consumata, come ogni opera commerciale. E va replicata, all’infinito, mutando i contorni ma non i temi, accendendo e spegnendo i colori. 
Per uno dei più importanti esponenti della Pop Art come Andy Warhol, ogni icona va masticata, ingoiata, copiata e rigettata, in maniera tale da svuotarla da ogni significato. 
Ecco quindi The Flowers, Mao, Marilyn Monroe, Mick Jagger, Liza Minnelli, la principessa Diana: soggetti. La mostra “Andy Warhol – L’Arte di essere famosi” che si inaugura il 18 ottobre a Palazzo Sant’Elia a Palermo (inaugurazione ad inviti alle 18,30, apertura al pubblico dal 19 ottobre) comprende circa 180 differenti soggetti, tra opere uniche, multipli ed oggetti d’arte, della Rosini Gutman Collection, che abbracciano gran parte dell’intero percorso artistico ed iconografico dell’artista, dal 1957 al 1987
Andy Warhol - L’Arte di essere famosi PALAZZO SANT'ELIA Palermo - dal 18 ottobre 2017 al 7 gennaio 2018 Via Maqueda 81 (90133) provinciapa@libero.it www.provi…

La Notte del Collezionista

Sabato 21 ottobre 2017, dalle ore 17,30, a ExpArt Studio&Gallery di via Borghi 80, a Bibbiena (AR), prenderà il via la seconda edizione de “La Notte del Collezionista”.
L’apertura, a ingresso gratuito, sarà accompagna da una degustazione di tè in collaborazione con Bar Le Logge. 
La “Notte del Collezionista” è un evento nato nel 2016 per avvicinare i giovani (e non solo) al collezionismo, proponendo una serie di opere “limited edition” a un prezzo accessibile a tutti i portafogli. La nuova edizione è dedicata per intero al mondo della fotografia, coinvolgendo otto apprezzati artisti a cui è stata richiesta la creazione di una piccola “art box” a tiratura limitata.
Francesco Biagini, Lorenzo Carnevali, Luca De Pasquale, Raffaella G. Fidanza, Federico Ghelli, Chiara Passalacqua, Enrica Passoni e Paride Scuffi ci consegnano le loro opere in uno scrigno, pronte a essere custodite e ad accompagnarci lungo un percorso fatto di sguardi, scansioni e impressioni.
Tutti i lavori saranno espo…

L’Altrove a Firenze. Testimonianze fra arte e scienza

Un nuovo ciclo di conferenze pomeridiane del ciclo dedicato all’Unità del Sapere e programmate insieme alla Facoltà di Storia Naturale dell’Università degli Studi di Firenze
Come di consueto, non esiste, da sei anni, mese di ottobre che non preveda la presentazione del nuovo ciclo di conferenze, pensate per coloro che desiderino conoscere meglio la storia di Firenze e ricevere spunti di riflessione e studio. Inaugura mercoledì 18 ottobre alle ore 17.00 presso il Teatro del Rondò di Bacco, con l’intervento di Roberto Mancini dal titolo “Appropriazioni. L'“altrove” a Firenze tra strategie cognitive e logiche di potere”, il nuovo ciclo di conferenze “L’Altrove a Firenze. Testimonianze fra arte e scienza” messo a punto dalle Gallerie degli Uffizi con la collaborazione del Museo di Storia Naturale dell’Università degli Studi di Firenze
Il ciclo di è incontri dedicato sia ai docenti delle scuole di ogni ordine e grado, che potranno farlo valere anche come corso di aggiornamento, sia all…

Levitazione di Elisa Filomena

Dal 15 ottobre al 5 novembre 2017, la Libreria Bocca è lieta di ospitare , personale di Elisa Filomena (Torino, 1976), a cura di Vera Agosti. 
L'artista da anni indaga sulla condizione femminile e sui misteri della natura, in stretto rapporto alla vita umana: simboli e segni da esplorare per una lettura alchemica dell'universo e del proprio mondo interiore. ln esposizione una ventina di opere tra dipinti e disegni. La nuova ricerca parte da alcune letture sulla Teosofia e lo spiritismo e dallo studio delle fotografie esoteriche di fine Ottocento e inizio Novecento. Da queste, Elisa trae spunti visivi che rielabora in chiave personale. 
L’ispirazione romantica giunge anche dagli scatti dei Preraffaelliti e dalle immagini di Lewis Carroll. Donne antiche per questa mostra, spesso impegnate in attività esoteriche, come la levitazione, che dà il titolo all'evento, o sedute spiritiche (Seduta spiritica, Spiriti, Sogno, Segreto). Donne dall'apparenza fragile, atmosfere sospes…

In viaggio col cuore

Palazzo Ottolenghi ospita, con il patrocinio della citta’ di Asti, la personale di DELTA N.A. “In viaggio col cuore” a cura di Carlotta Canton.
La mostra antologica ospiterà 20 tele che rappresentano l’evoluzione del duo artistico negli ultimi anni: un punto di arrivo sicuramente, ma anche un nuovo punto di partenza.
Alessandro Vignola e Neva Epoque, in arte DELTA N.A., coppia anche nella vita, dipingono a quattro mani, simultaneamente, condividendo ed espandendo le proprie anime nei segni e nei colori delle loro opere d’arte.
Nella convinzione che l’uomo attuale viva sospeso tra la forza che lo tiene ancorato al suolo e l’attrazione verso il cielo, e che la realtà sia composta dall’intersezione tra cielo e terra, tra concreto ed etereo, prendono vita immagini sovrapposte, dove ogni livello ne svela uno successivo, mano a mano che la nostra mente si libera.
Il percorso della mostra si evolve dalle prime sovrapposizioni delle opere geometriche, come guardare il mondo al microscopio scop…

Masse

Sabato 14 ottobre alle ore 18,30 si inaugura la mostra MASSE, personale di pittura di Vincenzo Lopardo, con un testo critico della professoressa Sara Cipolletti
“Masse” è l'ultimo ciclo pittorico di Vincenzo Lopardo, caratterizzato da forme irregolari dai colori accesi, nelle quali si possono riconoscere figure di donne e uomini in atteggiamenti quotidiani e sensuali, rappresentati con una pittura duttile e lineare, suggerendo, grazie alle impronte di corpi sovrapposti, incastrati, accavallati, una visione al contempo volumetrica e bidimensionale. 
Masse, non sono solo figure, sono un simbolo, sono l’esaltazione di una blocco di materia corporea appena riconoscibile che allude ad una condizione originaria dell’umanità: la massa infatti è una caratteristica intrinseca e universale dei corpi, ciò che non cambia mai in qualunque punto della terra e dello spazio ci troviamo.” (dal testo critico di Sara Cipolletti)
Siamo tutti così diversi. Il silenzio è un’esplosione quasi indiges…

Terza edizione di Foto/Industria

La Fondazione MAST presenta la terza edizione di Foto/Industria, la prima Biennale al mondo dedicata alla fotografia dell’industria e del lavoro che si svolgerà a Bologna dal 12 ottobre al 19 novembre con quattordici mostre in 13 sedi storiche del centro cittadino e al MAST.
Foto/Industria nasce nel 2013 con l’intento di ampliare e condividere con il centro storico di Bologna l’idea imprenditoriale e culturale della Fondazione MAST, centro di livello internazionale legato al gruppo industriale Coesia e concepito come tramite tra l’impresa e la comunità. Il MAST (Manifattura di Arti, Sperimentazione e Tecnologia) si configura come un luogo di condivisione e collaborazione che ospita diverse attività e funzioni tra cui la PhotoGallery, che con la propria collezione di fotografia industriale curata da Urs Stahel e con l’allestimento di mostre temporanee è oggi l’unica istituzione al mondo dedicata a un genere fotografico che è quello della civiltà industriale.
Questa edizione, con il dir…

Guerricchio e l'arte del riscatto dei lucani contadini reietti

Scrive Manlio Chieppa su EPolis di mercoledì 11 ottobre 2017 : «La Basilicata, nella seconda metà di un variegato Novecento, “artisticamente”, per quell'epoca vissuta con grandi fermenti, sociali e culturali, che ora si rinnovano - senza voler far torto a nessuno - si è identificata in Luigi Guerricchio (1932-1996). 
L'Artista narrante, che nel clima e da quel pugno d'intellettuali, poeti e scrittori fine anni '50 come Scotellaro, Levi, Sinisgalli e poi più tardi Parrella, Trufelli, Linzalone, Di Ciaula, lo stesso Raffaele Nigro, seppe interpretare il respiro, i miasmi e la rabbia di un popolo contadino reietto, che invocava quella dignità per lungo tempo repressa. Lo fece con le armi del disegnatore, pittore e incisore, incontrando gli sguardi e udendo i vocii provenienti giù dal Sasso, sotto i balconi della casa avita in “Via del Liceo”. 
E poi man mano vivere e annotare quell'atmosfera di riscatto, con la “resurrezione” di quell'umanità dolente, che si ritro…

Armando Ronca, i progetti per l'Alto Adige

A Merano Arte (Bolzano) dal 15 ottobre al 14 gennaio 2018 è allestita la mostra "Armando Ronca. Architettura del moderno in Alto Adige", a cura di Andreas Kofler e Magdalene Schmidt.

L’esposizione presenta le opere dell’architetto veronese (1901-1970), più di trenta, che hanno plasmato il nuovo volto di Bolzano e Merano, oltre ad altri suoi progetti, come l’ampliamento dello stadio Giuseppe Meazza a Milano. Il percorso espositivo comprende un’ampia documentazione fotografica realizzata da Werner Feiersinger e una serie di documenti storici – fotografie, copie di piantine, prospettive e sezioni - suddivisi per decenni.

Nelle oltre cinquanta costruzioni realizzate dal progettista si possono leggere in modo esemplare gli stili architettonici delle diverse epoche in cui fu protagonista. Particolarmente rilevante il contributo all’architettura altoatesina: tra gli edifici più significativi la sede del quotidiano «La Provincia di Bolzano» (1939–1940) e il complesso meranese Eurot…

(@mined_oud)

Venerdì 13 ottobre, dalle ore 19.00 alle ore 22.00, il MADRE inaugura (@mined_oud), la prima mostra personale in un’istituzione pubblica italiana di Darren Bader (Bridgeport, CT, 1978), uno dei più sperimentali artisti internazionali delle ultime generazioni.
La ricerca artistica di Bader consiste nell'accostamento di elementi disparati – oggetti di consumo, parole, immagini, persone e materiali diversi – che generano relazioni al contempo concrete e immaginarie, reali e fictional.
Al MADRE l’artista trasforma il tradizionale dispositivo della mostra personale in uno strumento plurimo e molteplice di analisi dei modelli con cui le opere d’arte sono recepite e mediate nello spazio-tempo istituzionale. Per Bader è la compartecipazione di tutta la serie degli attori che compongono il sistema dell’arte a generare, insieme all’inclusione di fattori e spunti mutuati dai media onnipresenti, il valore e il senso stesso dell’arte oggi, al tempo della sharing economy. 
Fin dal titolo, con l…

Sculture da Viaggio omaggio a Bruno Munari

Museo Regionale Interdisciplinare di Caltanissetta  Contrada Santo Spirito - Tel. : 0934567062 - fax 0934567086
“Sculture da Viaggio omaggio a Bruno Munari”  a cura diCalogero Barba
inaugurazione Sabato 14 Ottobre 2017 ore 18,00
dal 14 Ottobre al 15 Novembre 2017
Caltanissetta - Sarà inaugurata Sabato 14 Ottobre 2017 alle ore 18,00 presso il Museo Regionale Interdisciplinare di Caltanissetta, diretto dall’arch. Giovanni Crisostomo Nucera, la mostra dal titolo “Sculture da Viaggio omaggio a Bruno Munari”, un omaggio a 110 anni dalla nascita dell’artista, insigne protagonista delle avanguardie storiche del Novecento fin dai primissimi anni Trenta e delle ricerche estetiche e artistiche internazionali, grande anticipatore della comunicazione e del design creativo del XX secolo. L’esposizione gode del patrocinio dell’AMACI in occasione della tredicesima Giornata del Contemporaneo.
La mostra a cura di Calogero Barba è realizzata in collaborazione con l’Associazione Culturale QAL’AT Artecontempora…

Anna Boghiguian

Al Castello di Rivoli dall'8 dicembre 2017 all'8 gennaio 2018 si terrà la prima grande retrospettiva dedicata ad Anna Boghiguian, artista egiziana e canadese nata a Il Cairo nel 1946 da una famiglia di origine armena. La mostra è a cura di Carolyn Christov-Bakargiev e Marianna Vecellio ed  è realizzata in collaborazione con Sharjah Art Foundation di Sharjah (UAE), dove verrà presentata dal 16 marzo al 16 giugno 2018.
La rassegna raccoglie per la prima volta in un unico percorso uno straordinario numero di taccuini, disegni, pitture, fotografie, sculture e scenografiche installazioni ambientali. Le opere grafiche di Boghiguian sono antiestetiche e dionisiache in quanto privilegiano una immediata ed emotiva comunicazione visiva e verbale rispetto a una esecuzione accademica, legata ad un concetto di bello classico ed apollineo.
L’intera opera di Boghiguian è riconducibile all’immagine e al concetto di libro e numerosissimi sono i libri d’artista da lei realizzati dall’inizio del…

Dahiye: The Southern suburbs of Beirut

LA FONDAZIONE PINO PASCALI INVITA A SHOWCASE Armando Perna// presentato da Planar (Bari) Dahiye: The Southern suburbs of Beirut presso la Fondazione Pino Pascali Inaugurazione: 14 ottobre 2017, ore 19  L’evento è nel programma degli eventi della Fondazione Pino Pascali per la Giornata del Contemporaneo Torna nella Project room del Museo Pino Pascali il progetto ShowCase, una serie di mostre che coinvolgono le gallerie d’arte nella presentazione di solo show o progetti curatoriali – disegnati dalle gallerie stesse – nelle stanze della Project room, nel basement del museo. Con questo progetto, che chiama in causa artisti internazionali, la Fondazione Pino Pascali vuole dare spazio, all’interno di una sede istituzionale, alle gallerie e ai soggetti attivi in Puglia, ma che operano all’interno del sistema dell’arte su scala nazionale e non solo, offrendo allo stesso tempo agli spettatori un saggio importante della ricchezza presente sul territorio. Il quinto appuntamento del progetto, che si sv…

Opere dal Mondo

La mostra Opere dal Mondo  - dall'8 ottobre al  26 novembre 2017 ai Chiostri Francescani - testimonia la grande vitalità del mosaico, tecnica antica ma linguaggio sempre più svincolato dalle regole della tradizione, scelto da artisti di tutto il mondo per esprimere tensioni, indirizzi e suggestioni dell’arte contemporanea. L'edizione 2017 è caratterizzata dalle opere di 42 artisti soci AIMC provenienti da tutto il mondo:
Alvich Giovanni, Italia Backer Harriet, Norvegia Beauchamps Pascale, Francia Belacchi Sergio, Italia Bindi Domenico, Italia Blanquet Ariane, Francia Bogdanova Kina, Bulgaria|Italia Bremner Rachel, Australia Brinkman Monica, Canada Butler Kate, Australia Cagli Gulay, Turchia Colizzi Silvia, Italia Contogiorgi Catherine, Grecia Denker Thomas, Germania Gounari Sophie, Grecia Grathwohl Armin, Germania Iliev Iliya, Bulgaria Irving Pamela, Australia Kessel Joanna, Scozia|Gran Bretagna Kii Toyoharu, Giappone Kim Jae Hee, Corea del Sud Klitsi Artemis, Grecia Knapic A…

Progetto Dintorni Urbani. Racconto corale sulla città di Firenze

Fondazione Studio Marangoni e Fondazione Giovanni Michelucci, con la partecipazione della poetessa Elisa Biagini, l’associazione Mus.E e Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, inaugurano domani la mostra del Progetto Dintorni Urbani. Racconto corale sulla città di Firenze. Il progetto esplora il capoluogo toscano attraverso l’unione di tre differenti sguardi: ricercatori, poeti e fotografi, sono stati chiamati a costruire un racconto urbano collettivo grazie all’intreccio di più piani espressivi.

Quindici artisti tra fotografi e poeti, selezionati tramite la open call chiusa il 10 giugno, si sono messi alla prova in un Laboratorio d’idee della durata di tre mesi. Attraverso lezioni tematiche e la ricerca sul campo, i giovani artisti hanno affrontato momenti di revisione collettiva, dove i diversi linguaggi si sono potuti incontrare e intrecciare per raccontare un volto nuovo e meno conosciuto della città di Firenze.


Progetto realizzato nell'ambito di Toscanaincontemporanea2017 e Re…